02 Mag

Certificazioni per la partecipazione ai corsi di nuoto

Stemma della Repubblica ItalianaCon la nuova Legge Finanziaria, è stata introdotta la possibilità di detrarre dall'IRPEF le spese sostenute per l'attività sportiva dei ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 18 anni.

PoolGEST si adegua alla normativa per consentire l'emissione delle ricevute complete di tutti i dati richiesti dal Decreto Ministeriale.

Vediamo in dettaglio come funziona la normativa e come viene applicata in PoolGEST.

Nello specifico si tratta del Decreto Ministeriale in attuazione della agevolazione introdotta dalla Legge Finanziaria per l’anno 2007 per favorire la pratica sportiva da parte di bambini e ragazzi (art. 1, comma 319, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 che ha inserito all’art. 15, comma 1, del Testo Unico Irpef , la lett. i-quinquies).

L'agevolazione prevista dal Governo prevede che a partire dal primo gennaio 2007, le persone fisiche possono detrarre dall’Irpef il 19% delle spese (con il limite di € 210 annui), sostenute per l’iscrizione annuale e l’ abbonamento, per ragazzi di età compresa tra i 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, ed altre strutture e impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica rispondenti alle caratteristiche individuate con apposito decreto.

In altre parole, l'importo massimo di tale agevolazione consiste in 39,90 €, ovvero il 19% di 210 €.

L' “apposito decreto” di cui sopra, ha stabilito che:

  • per “associazioni sportive” devono intendersi le associazioni e società sportive dilettantistiche di cui all’art. 90, commi 17 e segg. della L. 17 dicembre 2002 n. 289 (società ed associazioni sportive le quali recano nella loro denominazione l’espressa indicazione della finalità dilettantistica);
  • per “palestre, piscine ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica”, devono intendersi tutti gli impianti, comunque organizzati, destinati all’esercizio della pratica sportiva non professionale, agonistica e non agonistica, ivi compresi gli impanti polivalenti, che siano gestiti da soggetti giuridici diversi da quelli indicati al punto precedente, pubblici o privati, anche in forma di
    impresa, individuale o societaria, secondo le norme del codice civile.

Per portare in detrazione la spesa è necessario che colui che l'ha sostenuta conservi il documento che ne certifica il sostenimento.

Tale documento potrà essere costituito dal bollettino bancario o postale oppure da fattura, ricevuta o quietanza di pagamento rilasciata dai soggetti precedentemente indicati recante l’indicazione:

  1. della ditta, denominazione o ragione sociale e della sede legale, ovvero, se persona fisica, del nome cognome e della residenza, nonché del codice fiscale, dei soggetti che hanno percepito l’importo (ad es. associazione sportiva);
  2. della causale del pagamento (ad. es. iscrizione al corso dal… al…, o tesseramento per l'anno …);
  3. dell’attività sportiva esercitata (ad es. scuola nuoto ragazzi);
  4. dell’importo corrisposto per la prestazione resa;
  5. dati anagrafici del praticante l’attività sportiva e codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento.

PoolGEST già recepisce (dalla release 0.7.0.13) queste indicazioni normative, presentando sulla ricevuta NON fiscale (quella emessa tramite la stampante termica) tutte le indicazioni di cui sopra; la ragione sociale, la partita iva ed il codice fiscale della ditta vengono letti nel database in relazione alla ditta impostata per la singola attività interessata (la sede legale viene solitamente inclusa nel logo con cui vengono intestate le ricevute). Viene inoltre stampata, per le iscrizioni, anche il nome completo dell'attività (in due righe: nome dell'attività madre, ad esempio “scuola nuoto”, e nome dell'attività figlia, ad esempio “ragazzi”), il nome del turno, ed il periodo di validità dell'iscrizione. Per quanto riguarda il punto 5, per ovvii motivi di comodità e semplicità di gestione, PoolGEST fa coincidere il soggetto praticante con il soggetto che effettua il pagamento, recependo quanto già avviene nella pratica in molte altre realtà simili, consentendo lo sgravio fiscale a chi ne ha diritto (genitore o chi ne fa le veci).

Si ricorda che PoolGEST gestisce anche lo scontrino fiscale “parlante”, ovvero con l'indicazione del codice fiscale (similmente a quanto avviene in molti esercizi commerciali, ad esempio le farmacie). Nella documentazione da produrre per la detrazione, si consiglia di allegare allo scontrino parlante anche una copia del più completo scontrino non fiscale.

zp8497586rq

© 2007-2019 Siteland - tutti i diritti riservati

Sviluppato da Siteland by Siteland